Calci (Italia)




Calci è un comune italiano di 6400 abitanti della provincia di Pisa in Toscana. Dista meno di 20 km da Lucca e 10 km dalla stessa Pisa.
Si tratta di un comune sparso: la sede comunale si trova nella frazione di La Pieve.
Insieme ai comuni di Pisa, Vecchiano, San Giuliano Terme, Vicopisano e Cascina fa parte dell'area metropolitana pisana, che ammonta fino a 200 000 abitanti (senza contare i circa 56 000 studenti dell' UniPi) e costituisce la seconda conurbazione della regione Toscana dopo quella di Firenze-Prato-Pistoia. Negli ultimi 10 anni sono state presentate numerosissime proposte da parte di enti e cittadini con lo scopo di unire Pisa con Calci e gli altri centri limitrofi in un unico comune, ma senza successo.
Calci è famosa per le sue architetture religiose (in particolare per la Certosa di Calci) e per le ville oltre all'Area naturale protetta di interesse locale del Lato situata nella parte centrale del Monte Pisano.

Voto alla città:7
Anno della foto:2013, 2018

Bientina (Italia)



Bientina è un comune italiano di 8 285 abitanti della provincia di Pisa, situato nell'area di transizione tra la Piana di Lucca e il Valdarno inferiore, in Toscana ed è famosa per le sue architetture religiose e civili.
Il sabato, la domenica e il lunedì di Pentecoste viene venerato a Bientina il Santo Patrono S.Valentino Martire le cui spoglie, trasportate nel 1699 dalle catacombe di S.Callisto sulla via Appia e conservate in un'urna dorata a oro zecchino, sono oggetto di pellegrinaggio da oltre tre secoli nella Chiesa di S. Maria Assunta dove ogni giorno, ancora oggi, molte persone vengono a venerare le spoglie di questo Santo taumaturgo. A Bientina vennero per venerarle sia Gian Gastone de' Medici (1717) che Pietro Leopoldo di Lorena (1766 e 1768).

Voto alla città:6
Anno della foto:2013

Torino Di Sangro (Italia)



Torino di Sangro è un comune italiano di 3 145 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo.
Anticamente Torino di Sangro contava 18 chiese, ad oggi ne rimangono 4 la più famosa è la Chiesa di San Salvatore.
Il comune inoltre ha una elevata importanza naturalistica grazie alla presenza della "Lecceta Litoranea" che ospita delle varietà di flora e fauna protette. Questa riserva naturale si estende per 180 ettari dall'ultimo tratto del fiume Sangro, in prossimità della foce, alla costa adriatica; è un bosco litoraneo impiantato su arenile del Pliocene. Agli alberi di leccio si associano la roverella e l'orniello. Il ricco sottobosco è coperto da tappeti di edera.
Lo strato arbustivo è composto dal sanguinello, della rosa di San Giovanni, dal biancospino e in particolare interesse è la presenza dell'alaterno, della liquirizia e del lentisco. Nell'area trovano rifugio numerosi uccelli fra i quali si ricordano la capinera, l'occhiotto, la sterpazzolina. Vi nidifica anche l'esotico gruccione. Il Bosco di Torino di Sangro è l'unica area abruzzese in cui vive e si riproduce la testuggine terrestre.
Detto "Sangro River War Cemetery", posto tra la riserva della Lecceta e il centro storico. Fu costruito nel 1946 in concomitanza con il Cimitero canadese di Ortona, in ricordo della Battaglia del Sangro, svoltasi lungo la Linea Gustav nella piana omonima, e combattuta specialmente a CasoliGessopalenaTaranta Peligna e Montenerodomo.
Il campo del cimitero è arricchito da lapidi bianche tutte uguali, alla maniera canadese, disposte in file eguali equidistanti, delle quali un tratto forma un semicerchio. Inoltre è posto un mausoleo per i caduti senza nome.

Voto alla città:7
Anno della foto:2012

Best (Paesi Bassi)



Best è un comune olandese di 28.943 abitanti situato nella provincia del Brabante Settentrionale.
È situata a nord-ovest della città di Eindhoven ed è anche parte agglomerata di questa città, il villaggio è stato parte di una città di quartiere, chiamata Oirschot ma è anche situata nella strada statale da Amsterdam a Maastricht.
Ogni volta che le truppe militari dovevano stazionare a Best venivano spostate e collocate a 10 km vicino a Oirschot, gli scavi archeologici intorno al villaggio suggeriscono che esisteva un insediamento nella zona che risale all'epoca romana, il primo testo scritto su Best risale al 1421. Tuttavia il villaggio esisteva fino al XIX secolo, ci sono stati tre piccoli villaggi: Naastenbest a ovest, Wilhelminadorp nel sud e Verrenbest Oranjestraat dove è attualmente ubicato, sono cresciuti insieme e poi uniti per formare il villaggio attuale.

Voto alla città:7
Anno della foto:2015